Birra artigianale

Il diario della Birra del Bracco

Leggi le ultime notizie

Inverno, tutto riposa

L’orzo è  nato, ma è ormai nel riposo invernale. Riprenderà a crescere in primavera. Come varietà ci affidiamo anche quest’anno ad un orzo distico da malto, tipologia “Concerto”. Il campo di grano invece è stato seminato con un pò di ritardo, speriamo che questo non comprometta il raccolto. Quest’anno proviamo una tipologia nuova che ci è stata consigliata da un mugnaio e che pare faccia una farina favolosa. Come avrete capito l’intenzione è di utilizzarlo oltre che per la weiss, anche per produrre  farina. Ovviamente macinata a pietra in versione sia integrare che bianca. Pani e pizze ci aspettano!

 

La raccolta del luppolo 2014

Abbiamo deciso di raccogliere il luppolo in modo selettivo racogliendo sempre i fiori più maturi. L’attività complessivamente si è svolta in nell’arco temporale di una decina di giorni. Ovviamente la raccolta avviene a mano. Non siamo in Germania e non ci sono ne le attrezzature per automatizzare la raccolta ne le grandi coltivazioni che ne gustificherebbero l’investimento.

La raccolta a mano ha però due grandi vantaggi: è possibile  raccogliere solo i coni maturi e consente di lasciare la pianta intatta fino all’autunno, senza tagliarla come succede con le raccolte meccanizzate. In autunno la pianta secca naturalmente e le sostanze nutritive vengono riassorbite dalle radice, che sono quindi più robuste la primavera successiva.

L’essicazione dei fiori, fondamentale per la loro conservazione, è sempre stata fatta in giornata in modo da garantire la massima qualità possibile.

Principalmente sono stati raccolti due tipologie di luppolo mittelfruh e Smaragd. Il primo è una varietà tedesca molto antica dall’aroma fine e lo utilizziamo per la Pils.  Il secondo è una varietà tedesca più recente lo usiamo, insieme ad altre tipologie di luppolo, nella Pale Ale.

 

 

 

La trebbiatura dell’orzo

Questa estate dopo la mietitura dell’orzo, ci siamo trovati con gli altri coltivatori della zona di San Pietro Vara per la trebbiatura.
E’ stata una bella giornata in cui abbiamo rivissuto un rito antico.Noi abbiamo portato il nostro orzo coltivato in un campo li vicino, metre gli altri agricoltori hanno portato grano di varie tipolgie. Tra le tante merita sicuramente una menzione la tipologia “Abbondanza”. Si tratta di un grano antico che veniva coltivato nelle zone collinare fino al dopo guerra. Orma è quasi  del tutto sparito, sostituito da varietà più moderne che garantiscono produzioni maggiori. Solo pochi agricoltori ancora la coltivano, ma il pane fatto con la sua farina ha un aroma unico.

Per la trebbiatura abbiamo utilizzato una vecchia macchina restaurata grazie alla passione degli agricoltori della zona.
Il lavoro è terminato in tarda mattinata, giusto in tempo per riunirci tutti intorno ad un tavolo e festeggiare il raccolto con una bella mangiata e bevuta a base di vino e birra del bracco.

pomodori-cipolle

News dai campi, l’orzo e il luppolo…

Carlone alle prese con la recinzione

Con l’arrivo dell’inverno tutto sembra fermarsi e andare in letargo.
In realtà è proprio all’inizio di questa stagione che bisogna preparare le coltivazioni per il futuro raccolto.
Quest’anno abbiamo seminato una varietà di orzo distico per birra approvata dall’IMB (Institute Brewing & Distilling) sulla cui qualità abbiamo molte aspettative.

Il luppolo è stato potato e potrà riposare fino all’inizio della primavera.
Stiamo cercando delle nuove varietà, probabilmente di orgine americana, da affiancare alle due tipologie tedesche attualmente coltivate.
Per il grano continuiamo ad affidarci alla varietà “Abbondanza”. E’ un grano antico coltivato prevaltemente in zone collinari fino al dopoguerra. Ci da grandi soddisfazioni non solo per la birra, ma anche per un nuovo prodotto che presenteremo a brevissimo.

E’ arrivata la pils al luppolo fresco raccolto 2013!

Anche quest’anno a fine agosto abbiamo raccolto il luppolo che coltiviamo su due diversi versanti delle colline monegliesi: sul Bracco in zona Casabianca e in Località Dollera.

ColtivazioneLuppoloHopBack

Per esaltare al massimo il raccolto abbiamo usato il luppolo senza farlo essicare e abbiamo prodotto la Fresh Hop Pils.

FreshHopfresh-hop-pils

 Una pils profumata e con note resinose al palato.
Dopo una lunga maturazione è finalmente pronta.

Quantità limitatissime affrettatevi!

Oggi Birra del Bracco è ancora più vicina!

Da oggi è possibile acquistare le birre direttamente sul sito e riceverle a casa con il corriere espresso.
Abbiamo deciso di aprire solo una parte della nostra piccola produzione alla vendita online, perchè consideriamo fondamentale il contatto con le persone e con il territorio in cui siamo.
L’e-commerce in fondo è un modo per entrare in contatto con persone che fino a ieri non era possibile incontrare.
Da oggi Birra del Bracco è ancora più vicina….

Ordina Online!!!

E’ tempo di luppolo… è tempo di pils al luppolo fresco.

Anche quest’anno verso la fine di agosto abbiamo raccolto il nostro luppolo. La raccolta è stata molto buona e per festeggiare (ogni occasione è buona) abbiamo fatto una Pils utilizzando il luppolo appena colto senza sottoporlo alla tradizionale essiccatura.  Ne è nata una birra speciale, molto profumata e dalle note  resinose e oleose.  Una birra legata al territorio, che ci racconta il passare del tempo e delle stagioni.

PreparazioneHopBack

Per chi non riuscisse a berla quest’anno, l’appuntamento è per il raccolto 2012!